Facebook
Twitter
YOUTUBE
INSTAGRAM
DutchEnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanishUkrainian

4 Youth (youth + art = resilience)

4 Youth (youth + art = resilience)

4 Youth (youth + art = resilience)

4 Youth è un training corse che si è svolto in Spagna dal 4/10/2021 al 7/10/202, nell’ambito del progetto YOUTH+ART=RESILIENCE coordinato da ASPIRA INSTITUTE (SLOVENIA) in collaborazione con Asociatia “Centrul pentru Dezvoltarea Instrumentelor Structurale” (Romania), Udruzenje Forum civilne akcije FORCA (Serbia), InterAktion – Verein für ein interkulturelles Zusammenleben (Austria), ESPACIO ROJO (Spagna), Den Selvejende Institution Gaia, Randers (Danimarca) e l’Associazione UNIAMOCI ONLUS (Italia). Il progetto è un partenariato cofinanziato dal programma ERASMUS+ dell’Unione europea, ed è destinato a giovani in condizione di marginalizzazione e con minori possibilità con la finalità di promuovere e incoraggiare l’avvicinamento dei giovani con minori opportunità all’arte, per poter sviluppare una maggiore resilienza e quindi migliori strategie per fronteggiare le difficoltà.

Mediante le attività svolte durante il corso di formazione, i partecipanti hanno scoperto le origini del cinema toccando con le proprie mani il “tempo e le metodologie”. In seguito alla visione di film adatti a bambini di tutte le età ogni partecipante ha esternato le sensazioni provocate nell’osservare questi filmati, sviluppando un pensiero critico e creativo. Successivamente i partecipanti sono stati convolti nel creare piccoli filmati senza camera, colorando e disegnando delle pellicole, con lo scopo di imparare come creare la percezione del movimento durante la proiezione, mediante un proiettore. Durante le attività di iPad storytelling, attraverso l’utilizzo di un iPad e un’applicazione chiamata “Stop Motion”, sono stati creati dei brevi filmati con delle sequenze di foto sempre con lo scopo di creare la percezione del movimento durante la riproduzione del video. Durante le attività di Podcast, i partecipanti sono stati convolti nella creazione dei rumori mediante l’utilizzo di svariati oggetti, imparando ad esempio come creare il suono del vento utilizzando la carta, oppure come creare il suono di un’esplosione facendo scoppiare un palloncino, o ancora, come creare il rumore dei passi sbattendo una pallina sul tavolo ecc. Infine, i partecipanti hanno messo in atto tutto quello che hanno imparato creando una scenografia per l’esibizione di un artista locale.

Grazie a questo percorso ogni partecipante ha ampliato le proprie capacitĂ  creative ed espressive, sviluppando capacitĂ  di osservazione, scoprendo e conoscendo altri tempi e stili.

Antonino Lo Verso

Seguici sui social:
DISABILE IN...FORMA

shares