Facebook
Twitter
YOUTUBE
INSTAGRAM
DutchEnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanishUkrainian

Il volontariato inclusivo che fa bene alla comunità

Il volontariato inclusivo che fa bene alla comunità

Mercoledì 2 Dicembre i volontari di Palermo Green hanno svolto l’attività di pulizia stradale nel quartiere Brancaccio di Palermo. Partecipano all’attività anche dei volontari in sedia a rotelle.

Del Progetto Palermo Green (conclusosi a Febbraio 2018) coordinato dall’Associazione Uniamoci Onlus e Finanziato con il sostegno di Fondazione con il sud, si continuano a raccogliere risultati positivi a beneficio della comunità e del territorio. I volontari supportati da Uniamoci Onlus continuano infatti a svolgere delle attività di pulizia nel quartiere Brancaccio. Si danno appuntamento presso l’Associazione uniamoci Onlus che fornisce il materiale necessario (guanti, sacchi, scope e palette) e da qui si spostano nelle vie limitrofe in cui si accumulano più rifiuti che troppo spesso invadono aiuole e marciapiedi.

Da molto tempo alcuni utenti con disabilità cognitiva di Uniamoci Onlus partecipano con entusiasmo agli interventi di pulizia, per questo parliamo di volontariato inclusivo. I volontari di Palermo Green non solo sono esempio di cittadinanza attiva e di rispetto nei confronti del territorio, ma offrono anche un esempio concreto di inclusione, uguaglianza e rispetto reciproco al di là di qualsiasi tipo di differenza. Nelle attività vengono coinvolti anche volontari stranieri e volontari che svolgono i servizi di messa alla prova presso Uniamoci Onlus.

Quando si radunano e si preparano per l’attività di pulizia vengono sempre incoraggiati dagli utenti disabili e dagli operatori e volontari che restano presso la sede di Uniamoci Onlus a svolgere le attività previste dal loro programma. Dai loro saluti calorosi trapela stima e desiderio di contribuire: “Buon lavoro”, “Grandi ragazzi”, “Bravi!”, “Sarebbe bello potervi aiutare”… Da questo manifestato desiderio di partecipare da parte degli utenti con disabilità fisica dell’Associazione si è passati presto al loro coinvolgimento pratico nelle attività di Palermo Green. Così durante l’ultimo intervento svolto il 2 Dicembre 2020 nel quartiere Brancaccio di Palermo, erano presenti anche tre ragazzi in sedia a rotelle oltre a tutti gli altri volontari. Sì il loro contributo è stato valido: affiancavano chi spazzava porgendo i sacchi ben aperti per raccogliere i rifiuti ed alternando anche l’uso della paletta. Volere è potere, tutti possono rendersi utili per il bene della comunità. Terminata l’attività di pulizia i tre ragazzi che avevano partecipato per la prima volta alle attività di Palermo Green erano energici e soddisfatti ed affermavano di voler ripetere l’esperienza.

Fare volontariato ha dei vantaggi per gli altri ma fa bene anche a chi lo svolge: si diventa più consapevoli di sé e della propria utilità nella società, si acquisiscono nuove competenze pratiche e si sviluppa la capacità di collaborazione e stare insieme. Fare volontariato aiuta ad accrescere la propria autostima e a rinnovare la motivazione.

I volontari di Palermo Green, in un momento in cui la città di Palermo versa in condizioni ambientali critiche, lanciano un messaggio ancora più incisivo:  Non ci si arrende di fronte a nulla!

Seguici sui social:
Uniamoci Onlus

shares