Facebook
Twitter
YOUTUBE
INSTAGRAM
DutchEnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanishUkrainian

La Principessa Davide racconta… – Un evento per i bambini

La Principessa Davide racconta… – Un evento per i bambini

Un evento che ha lasciato il segno. L’evento sull’uguaglianza di genere svoltosi il 25 Febbraio 2021 presso la Direzione Didattica F. Orestano di Brancaccio è stato un successo!

“La Principessa Davide racconta…” è l’evento organizzato dai giovani del Progetto di solidarietà “La mia città senza confini” che conclude il workshop sulla parità di genere organizzato per i bambini della Direzione Didattica F. Orestano situata nel quartiere Brancaccio di Palermo. L’evento si è svolto il 25 Febbraio 2021 nel cortile della scuola dove i partecipanti al progetto hanno allestito una vistosa e colorata scenografia, con tanto di arcobaleno gigante gonfiabile, palloncini e unicorni ad accogliere la protagonista sul suo fastoso trono: la Principessa Davide, una principessa uomo definita poi dai bambini una principessa bellissima!
La principessa ha letto ai bambini i racconti “Una partita in ballo” e “Nei panni di Zaff”, due racconti che stimolano a riflettere sul tema dell’uguaglianza di genere e sulla libertà di essere se stessi. L’interpretazione e le parole della Principessa Davide hanno toccato i bambini ed il coinvolgimento è stato tale da stimolare i piccoli spettatori a fare domande e complimentarsi con la principessa. Un evento riuscito e partecipato che ricorda ai bambini di perseguire le proprie ambizioni, credere in se stessi ed essere aperti ad accogliere possibilità inaspettate.
LA MIA CITTA’ SENZA CONFINI è un Progetto di solidarietà portato avanti da un gruppo di giovani e giovani con disabilità della città di Palermo. Esso si configura come la manifestazione dell’impegno concreto di un gruppo di giovani per offrire nuove prospettive ed orizzonti ai piccoli abitanti del quartiere svantaggiato di Brancaccio di Palermo. Il Progetto è cofinanziato dal Corpo Europeo di Solidarietà dell’Unione Europea.
Seguici sui social:
Uniamoci Onlus

shares