Facebook
Twitter
YOUTUBE
INSTAGRAM
DutchEnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanishUkrainian

“Covid-19: Impact on culture and creative activities”

“Covid-19: Impact on culture and creative activities”

è un seminario di apprendimento esperienziale per operatori ed educatori giovanili che riguarda le attività creative e approfondimento culturali durante la pandemia da Covid-19.

Si tratta di un progetto di mobilità per l’apprendimento cofinanziato dal programma Erasmus+ dell’Unione Europea e coordinato da Associazione Uniamoci Onlus in collaborazione con Creative Youthland (Grecia), KCAT (Irlanda), Rhythmove e.V. (Germania), CENTAR ZA POZITIVAN RAZVOJ DECE I OMLADINE (Serbia), Università degli studi di Catania (Italia), Fundatia Crestina Diakonia (Romania).

La domanda a cui intende rispondere questo seminario è: come si è evoluto il nostro modo di progettare, pensare ed attuare attività artistiche? Quali limiti? Quali punti di forza?

Il seminario si svolgerà a Palermo, dal 16 al 19 maggio 2022 e prevede l’attivo coinvolgimento di tutti i partner partecipanti. Ognuno porterà la sua esperienza: sono previsti laboratori di danza movimento terapia, teatro creativo, artigianato e presentazioni che rendicontano come si è evoluto il modo di implementare attività creative e artistiche all’interno dei nostri Paesi e delle nostre organizzazioni di appartenenza.

Il focus sarà sempre sull’impatto del Covid-19 su Arte, Cultura e Benessere Psicologico. Verranno avviati dei dibattiti a riguardo tramite il metodo del World cafè e della Fish-bowl, a cui saranno invitati altri educatori o persone interessate ad approfondire ancora di più queste tematiche ed il nostro lavoro. Questa metodologia permetterà il flusso libero delle idee e una messa a fuoco sull’attuale stato dell’arte e della cultura a livello europeo. Verrà inoltre introdotto e discusso il metodo del Photo-voice, una tecnica di psicologia di comunità che prevede l’utilizzo della fotografia per testimoniare e documentare i cambiamenti della società in cui viviamo. Quest’ultimo e i laboratori sperimentati sulla nostra pelle verranno poi diffusi tra i partner per migliorare l’implementazione delle attività artistiche, creare nuove connessioni e relazioni e stimolare la creatività a partire dai limiti della pandemia.

Seguici sui social:
Uniamoci Onlus

shares